Girotondano


La Cultura è quel particolare luogo fisico, o tisico, (spesso non-luogo) dove è stata abolita normativamente la solitudine. 
Come nei lavori forzati, nella Cultura c'è bisogno della compagnia forzata, o della compagnia "forzatamente". 
Se ci aggiungi le lungaggini burocratico-statali e la miseria dell'udito Generale (di Stato), il vomito diventa un piacevolissimo sorso di vita. 

Commenti

Post più popolari del mese

L'Ulisse di Joyce e la nuova traduzione di Newton Compton

L'arte di trollare