Morti in battaglia (Carlo Dossi)


105. 
Si sotteravano i morti sul campo, la notte della battaglia. 
Gridavano alcuni feriti ai becchini…: "Per carità… noi non siamo che feriti" - E i seppellitori ghignando: "a darvi ascolto, nessuno di voi sarebbe morto" - e giù nella fossa.


(dalle Note Azzurre di Carlo Alberto Pisani Dossi)



Breve postilletta: Dossi è uno scrittore eccezionale, in tutti i sensi, ma forse sono proprio le Note Azzurre, una specie di zibaldone, il suo libro più bello e ricco in assoluto. 

Commenti

  1. ammetto la mia ignoranza su tale scrittore... farò ammenda

    RispondiElimina
  2. non faccia ammenda, cara patalice
    ma chi glielo fa fare?
    crede davvero che sia così importante conoscere dossi? così necessario leggerlo?
    guardi, cara, a me è bastato davvero poco, soprattutto dopo aver dato un'occhiata al blog che ha voluto presentarci in modo così generoso e altruista, per convincermi che non è importante conoscere dossi, tanto meno leggerlo
    anzi, mi sono definitivamente persuasa, e gliene sarò per sempre grata, dell'inutilità assoluta di *conoscere* e *leggere*
    grazie

    Inga Leera

    RispondiElimina
  3. Inca seria cerca dossi artificiali in località Gallarate max 3X1
    In alternativa, munirsi d'ossi di seppia, saltafossi, para dossi (in gomma), saltafossi in legno, dos(s)i di erba. no Bossi. perfavore
    Vieni

    Inca Serma

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari del mese

L'Ulisse di Joyce e la nuova traduzione di Newton Compton

L'arte di trollare