Peeling + shampoo (a cosa?)= anche 9 milioni di share televisivo... (cosa ci regaleranno quest'anno Fazio%Saviano?)

L'opificio letterario Fazio Saviano sta per tornare dopo anni due da Vieni via con me (ma anche no); quest'anno quest'altro si intitola Quello che (non) ho: spero veramente che se anche stavolta fa un elenco, dica almeno che (non) ha una bella scrittura (che dica qualcosa anche lontanamente prossimo, va bene pure succedaneo, all'arte dell'uso della penna). 
A parte che il titolo non mi piace perché odio il verbo avere che invece a Saviano piace, essendo che lui è meritocratico, io sono un demeritocratico realista...non c'azzecchiamo... infatti De André che aveva bel gusto e tatto la parentesi non ce l'aveva messa, nonostante stesse bene di famiglia e i soldi, quindi, gli erano un problema per quell'ambiente. 
Cmq, spero solo due cose per quest'anno nuovo: 1) che non si metta Saviano a dire male di uno della bellezza e freschezza di Sciascia, perché stavolta prometto che se lo fa gli scrivo un post e una mail al giorno dicendo che Maurizio Milani è più bravo di lui a stare in tv (anche se secondo il libero mercato televisivo non è vero). 
2: il punto due non è una s pera nza... però vorrei dire, quando Saviano fece la lista della spesa per cui valeva la pena vivere (o spendere?)... che cazzo di scrittore è uno scrittore che non trova nemmeno un piazzamento tra i numeri diciamo anche tra il sette e il nove per dire che scrivere cazzo scrivere! una delle cose per cui vale la pena vivere è scrivere!... se non lo dice uno scrittore chi lo deve dire, Marina Berlusconi? ci credereste voi? 
(io scemo come sono, mi sa di sì, alla fine...) 
non è che Saviano, parla con me parla con te, parla con Fazio parla con De Benedetti, si comincia a sentire n'editore?... eh... mica c'avevo pensato...

Commenti

  1. Sappiamo il Saviano chi è, uscito con Mondadori, alle dipendenze di Endemol assieme a Fazio, aggiungiamoci filo-israeliano, così come Stella e Rizzo usciti con Rizzoli le quali case editrici rappresentano quel liberismo tanto odiato.
    Tutto bello se non fosse che 'sti bei programmini sono punti di forza del PD, una sorta d'estensione, un prolungamento necrotico.
    La critica va fatta, a mio parere, a tutto tondo partendo da quella sinistretta cenciosa e finendo con i suoi più necrotici prolungamenti.
    E dire che l'unico dato positivo, del Saviano a me importa una fava, è come parlare di una cicca in terra, è che il PD sta scomparendo.

    RispondiElimina
  2. Caro Andrea, il PD non scomparirà mai abbastanza in fretta ... l'importante però è che spariscano anche gli altri. Ci vuole qualche divinità che arresti la metastasi.

    RispondiElimina
  3. Saviano c'entra una fava col Pd... anzi, Saviano ha solo fatto danno alla sinistra che siede in parlamento. tanto più che Saviano è senza ombra di dubbio alcuna un giustizialista meritocratico (il)liberale di destra, con l'imbarazzo non da poco di essere editato da Mondadori, in un teorema editoriale scioccante, dove Berlusconi (mai messo in discussione politicamente, ma solo personalmente) guadagnava simultaneamente in rafforzamento immagine e in copie vendute.
    Saviano è un danno per la sinistra, così come la più parte della prosopopea contro-informativa italiana.

    Non credo poi che la sinistra sta scomparendo, non lo credo proprio, è come sempre, visto che Bersani apre a delle alleanze, conscio dei numeri del suo elettorato (un elettorato che in Italia non è praticamente mai maggioritario, anche se dovrebbe essere aumentato).
    Credo poi che la disastrosa gestione politica berlusconiana (di cui si avvertono chiaramente le conseguenze ora) più alcuni scandali legati ai verdi nordisti, stia (almeno secondo i dati e le amministrative) stiano dando più consenso alla sinistra di quanto in un periodo di crisi (dove è facile per la gente buttarsi tra le chiappe di movimenti come la lega o marine le pen) normalmente si ha.
    poi c'è Grillo ma è n'altro paro di maniche...
    a me pare che sia il pdl che stia scomparendo, un po' riciclato da questi un po' da questi altri (pure dal signor Beppe Grillo che parla sempre più spesso come il cavaliere e appoggia sempre più le posizioni della lega, non solo sulla crisi: tipo la legge sulla cittadinanza agli stranieri...).

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari del mese

Victor Cavallo poeta