I no-Tac a Roma

in collegamento da Roma
Giro immediatamente ai gentili spettatori il report di Pablo favoloso cronista, addetto alla sezione mobile locale romana: 


sì Dinamo, nelle scorse ore ci è stata una massiccia manifestazione nella capitale, gli insorti si fanno chiamare, senza alcun contrasto,   no-Tac ... si tratta di gente all'antica, sui settanta-ottant'anni, che si fida esclusivamente delle mani del proprio medico curante. 
Da quello che sappiamo, non ci sono feriti ragguardevoli, purtuttavia, purtuttaquantavia (c'è da essere ligi e cronisti) ci sono stati degli schiattamenti, ossia morti terminali: è infatti scoppiato per strada, forse perché maneggiato impudentemente a mo' di fumogeno, un delirante raggio x durante il corteo fino ad allora di per sé pacifico... l'esplosione del raggio x (assolutamente fuori luogo) ha causato la morte sul colpo di due stetoscopi americani di anni ottantasette e ottantotto (unisex, coniugati in Kansas nel secondo dopoguerra); grave, ma salassabile, un misuratore per la pressione, parzialmente divelto dallo scoppio, di nome Sfigmomanometro Marco, di anni quaranta che in questo momento è in sala operatoria per un salasso cranico; mentre è stata inutile la corsa (su un calesse) al pronto soccorso per Pino Ecografia, morto durante il trasporto in ospedale a causa di un'emorragia di pixel e feti ingombranti... 
La situazione, verso le sette post meridiem, sembra essere tornata alla normalità.
Le forze dell'ordine, assieme al comandante Giuliacci, prevedono che nella giornata di domani ci saranno tempo pacifico e schiarite politico-sanitarie su tutti i fronti... perché dall'INPS dovrebbe arrivare una corrente di pagamenti pensionistici alle Poste di tutta Italia dalla lettera M a R. 


sponsor ufficiali:
No-Tac: tutto il resto è noia.
Noi la Tac non la paghiamo.


buonanotte a tutti

Commenti