Esercizi spirituali


Commenti

  1. Risposte
    1. Matt ti sei messo a copiare le sculture di sergio?

      Elimina
    2. Chissà cosa ha voluto dire l'artista.

      cielomiomarito!

      Elimina
    3. La mia è arte reazioanaria. Un contro calcio al medio campista (ex Ascoli) Fontana... :P

      ilMatt., capisciammé (@cielo, t'è venuta una cazzo di voglia [di sapere], eh eh?!? ...chi cazz' foss' 'stu cazz' 'e sergio, lo scultore di culto dei bulli?!? boh!)

      Elimina
  2. dall'antica sapienza contadina, un pro-verb(i)o buono per tutti gli usi & (soprattutto) i consumi:

    *la vita è come una vagina di pezza
    spingi spingi ma non viene mai*

    Inga Leera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che abominevole e inutile spreco di energie
      vade retro, che è meglio

      B. Fuffoni

      Elimina
    2. Oddio, che emozzzione, Branko Fuffoni, l'autore del pamphlet erotico Marta&Carlo!

      cielomiomarito!

      Elimina
    3. Forse nel commento della signorina Inga Leera c'è la soluzione all'enigmatica scultura del Matt?

      cielomiomarito!

      Elimina
  3. Confermiamo! Di questo esercizio spirituale si trattò ampiamente anche nel Concilio di Calzedonia, di cui la versione agreste qui proposta rappresenta il ventisettesimo c-ano-ne.

    Marci-ano & Pulcheria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vostre Maestà Imperiali! Quale Onore Dopo Tanto Tempo! Non Vi Spiaccia L'Omaggio Del Vostro Umile Servitore!
      Sempre Pronto Alla Pugna In Vostro Nome!
      Più Calzedonia Per Tutti!

      R. Fuffagni

      Elimina
  4. a modo mio
    avrei bisogno
    di carezze anch'io

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io andavo all'opera da ragazzina, ma Wagner spesso mi fa addormentare!

      pesciolone

      Elimina
  5. Esercizio spirituale (per st-ano-tte o per dom-ani).

    Rifletti sulle tre forme di *spinta* qui proposte e scegli *onestamente* (non barare, dio ti guarda!) quella che pratichi più spesso o, in mancanza di pratica, quella in cui con più frequenza sogni di impegnarti:

    a) Motus est virtus naturalis ad suum finem festinans.
    b) Motus est passio ex altero veniens ad alterum, cuius finis est impassibilitas.
    c) Motus est operatio activa, cuius finis est per se ipsam perfectio.

    Fatto? Bene, adesso passa all'azione e ripeti l'esercizio tre volte al giorno. (*)

    (*) Coloro che scelgono l'opzione a) - praticamente tutti i lettori di questo blog - possono applicarsi anche più di tre volte al giorno senza problemi: studi recenti attest-ano che non si diventa ciechi...

    G. Scroto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. LaBrecciaDiPortaPiaProduzioni8 dicembre 2012 06:49

      Se sei una ragazza giovane, molto carina, ottima presenza fisica, senza inibizioni hai la possibilità di partecipare ad un casting per un film hard amatoriale.

      CASTING RETRIBUITO! Massima riservatezza.
      Contattami rispondendo all'annuncio.

      Elimina
    2. è il cast che fa per me, finalmente l'occasione della mia vita!!!

      ti lascio il mio numero di telefono:

      6.16.21.28.29

      per il prefisso va bene uno qualsiasi, fisso o mobile che sia, io rispondo da ogniddove

      Mika Teladogratis

      Elimina
    3. un morigerato padre di famiglia9 dicembre 2012 01:59

      Interessante, molto interessante.

      Elimina
  6. Luc "Gazza" Guascone8 dicembre 2012 07:35

    Ma... la Libia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma... sei per caso E. Priore sotto mentite spoglie?

      Luca Catone

      Elimina
  7. signor dinamo, anche lei deve fare il suo bell'esercizietto spirituale, sa?
    ed è questo: raccogliere in un post tutti i commenti invisibili del post lotassico e della sa/e/ga di martaeccarlo, in modo che tutti i lettori abbiano la possibilità di leggerli, se no che lettori sono? viene meno la loro quali-fica professionale
    oltretutto mi è stato riferito da fonti ben infornate che qualcuno ha parlato male di me e io devo poter difendere la mia anorabilità, capisce?
    anche con la denuncia pen-ale se è il caso
    su, dabbravo, si dii da fare e si metti al lavoro, poi saprò io come ricompensarla, nevvero buon giovine

    Inga Leera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inga, non vedo l'ora di rivedere antogno conde in panghina, sto facendo il conto alla rovesciata non chiedermi un sacrificio tanto grande di andare a fare un copia incolla infinito. però ti propongo questo: se ti va di farlo a te, che come vedo non te ne frega niente di rivedere antogno in panghina, mi mandi nell'email il word dei commentari e io li Pubblico.

      Elimina
  8. caro orwelli-ano nonché pene-detto figliuolo, ma come faccio a mandarti i commenti se manco riesco a leggere oltre la prima p/v/agina dei suddetti post-eri?

    sdai barlando di andonio gonde, cuel goglione imbarruggado ghe va in banghina con l'agguasandiera? all'ora hai brobrio dei broblemi, garo racazzo

    Inga Leera

    RispondiElimina
  9. Ana(l)tema su di voi!
    In pen'itenza, orsù!

    *

    Cmq, @Inga: per andar oltre, in fondo in fondo: ---> Carica altro.

    ilMatt., chiedo: Din, nel 1984 oggi han din uovo sofisticato il balompié?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno che abbia ancora ringraziato la signorina Inga Leera per l'ottimo lavoro di traduzione (dallo swahili!) che ha fatto con i I peni rom-anici... VERGOGNA!

      Cataldo Fusi

      Elimina
    2. grazie matt, provato e riprovato, ma non va lo stesso, almeno sul mio pc

      cataldo, anore, ma sei proprio fusi del tutto, direi: se volevi cercare un approccio, carino, potevi anche pen-sare ad altri argomenti

      Inga Leera

      Elimina
    3. Inga, anziché nasconderti dietro a queste fantasmatiche varianti delle innumerevoli sfaccettature dell'autoerotismo per mezzo di oggetti in avorio, una volta per tutte, ammettilo: quanti cinemini ti stai facendo, cosa daresti per una notte d'anore con Cataldo Fusi...


      G.A. Castropoli

      Elimina
    4. castry, tesora, non ti sfugge proprio niente, hai l'occhio più acuto di una critichessina mezzacecata e in overdose da letteratura farmacologica e psicotropa
      sei l'unica a non esserti accorta che ormai nella mia vita c'è un sol'omo e che sono innamorata persa di lui e che lo seguo su tutti i blog dove posta i suoi succinti commenti, anche solo leggerlo per me è un'esperienza erottica senza pari, un orgiasmo senza fine
      sì, cacaldo è un bellomo anche lui, ma fuffy è unico, come lui non c'è nessuno, è l'omo per me fatto apposta per me

      Inga Leera

      Elimina
    5. Dolce Inga,
      sono circa trenta minuti che a causa del tuo messaggio sto vivendo in uno stato d'animo d'ansia misto a paura: potrei denunciarti alle Autorità per stalking, ve ne sono tutti gli estremi...

      Scherzo, mia cara, scherzo!

      Ti ringrazio per le belle parole.
      Sai bene che (tutti) i miei Atti (attraverso il mio corpo [di idee]) mirano in primis a dimostrare la c'entralità della Letteratura nelle trasformazioni del costume da bagno per omini. E come, nella valutazione di questa c'entralità, sia essenziale tenere presente con competenza il contemporaneo divenire della Cultura. Seguimi, platonicamente, seguimi. Sempre.

      Branko Fuffoni

      Elimina
    6. io per un'ora d'anore (mi) venderei un coglione

      Un abbraccio, Branko!

      Toni Moda

      Elimina
    7. un avvocato matrimonialista9 dicembre 2012 11:43

      Ma... Fuffagni?

      Elimina
    8. Branko, so di darti una delusione cocente ma credo che il fuffy di cui si è invaghita la Inga non sia tu. Ne ho anche le prove. Sul mio blog, quello che ho fondato e che dirigo anche se non compaio nel "chi siamo", ho trovato una sua inequivocabile dichiarazione d'anore al vero oggetto del suo desiderio. Sì, lo so bene che tu sei un fuffy di prima qualità, ma il fuffy di Inga è proprio quell'altro...

      A. G. Castrolessa

      Elimina
  10. Risposte
    1. perunpugnodidollari8 dicembre 2012 23:25

      Complimenti, Dinamo!
      Hai vinto il Premio Miglior Commento 2024!
      Premio che potrai ritirare al Gran Galà che si terrà in Accademia a data da destinarsi.


      perunpugnodidollari

      Elimina
    2. @perunpugnodidollari

      ...bello, grazie...

      Elimina
    3. ...le solite pastette italiche

      Inga 'Mba

      Elimina
    4. un morigerato padre di famiglia9 dicembre 2012 01:58

      Ah, la gnocca Africana...

      Elimina
    5. Din, rallegramenti! ;)

      ilMatt., durante la prolusione che terrai in accademia: ricordatidegliamici...

      Elimina
  11. Monti getta la prugna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e la Fornero s'ingrugna

      ciusy

      Elimina
    2. un morigerato padre di famiglia9 dicembre 2012 02:07

      Monti. Un uomo non scintillante, zavorrato da alcuni ministri inadeguati, taluni odiosi; ma una persona seria e competente. Per l'Italia: un nemico.

      Ad ogni modo, quindi, probabilmente, ci toccano elezioni e Sanremo nella stessa settimana. Non sono sicuro di poter reggere una TL del genere, dico davvero. Fino a pochi minuti fa ero dubbioso: a Febbraio volo per le Filippine e via. E' necessario.

      Elimina
    3. Ma vai a cagare, massone!

      Inga 'Mba

      Elimina
    4. Getta la prugna per prepararsi alla pugna?

      ilMatt., animale politico

      Elimina
  12. un morigerato padre di famiglia9 dicembre 2012 01:57

    Cari Dottori spero di non scandalizzare nessuno facendo questa domanda (...): sapete tutti quel che si dice sulla diversa *grandezza* delle varie gnocche nel Mondo, sapete ad esempio quel che si dice per esempio della gnocca Cinese. La stessa cosa vale per quella Filippina?

    Colgo l'occasione per chiedere qualche dritta su un volo verso Febbraio.

    Sono riuscito a dimostrare di non essere un morigerato padre di famiglia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per le donne asiatiche noi puzziamo (ed è un motivo, non il più rilevante e neanche la causa scatenante, per cui esco pazzo per le nippo e le thai). Se lo ricordi, morigerato padre di famiglia.

      ilMatt., trolleur de femmes

      Elimina
    2. ec: *noi Occidentali

      lMtt

      Elimina
  13. Luca Fornero di Monteprezzemolo9 dicembre 2012 08:59

    Un'altra Italia è possibile.

    [mamma che Roma ieri sera!]

    be choosy be happyday

    RispondiElimina
  14. DOVE ANDREMO A FINIRE! DOVE! DOVE! DOVE!

    un passante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @un passante

      Sto preparando la risposta al suo commento.

      E. Priore

      Elimina
  15. una nota a margine

    se ne parlava proprio ieri sera con emanuele, mentre eravamo a cena in un noto ristorante di trastevere: la letteratura italiana è in crisi proprio per mancanza di esercizio spirituale.
    se la spiritualità è un elemento che solo l'esercizio della critica più accorta può far emergere, come attestano gli studi di v. cisternino sulla sorcière, è chiaro a tutti, anche a chi non ha mai avuto il privilegio di essere introdotto da maria al cospetto di jorge luis, che, mancando una critica accorta, la spiritualità non emerge. che è po' come dire, parafrasando l'incipit di un noto romanzo inedito di julio, che mancando l'acqua la papera non galleggia.
    bon, detto questo, io penso che una soluzione c’è, e anche emanuele, che dapprima era abbastanza scettico, ha finito poi col concordare con la mia idea che passo ad esporvi: per colmare la lacuna, ovvero l'assenza di una critica degna del nome (è chiaro che questo vuoto non riguarda studiosi come cisternino o lo stesso emanuele, che fanno presenza a se stessi) è necessario trasformare il critico, meglio se criticonzolo/a o critichessino/a, nel protagonista dell’opera.
    come potrebbe allora, a cose fatte e a opera edita, non intervenire con dotti e accurati saggi e parlare di se stesso in quanto personaggio? geniale, no?
    basta attrezzarsi alla bisogna e scrivere storie credibili, sognando di poter realizzare una rivoluzione dell’immaginario che, nel breve volgere di un paio d’anni, ci metta faccia a faccia col nuovo rabelais, uno scrittore capace di sfornarci il gargantua & pantagruel del ventunesimo secolo.
    il nuovo che avanza, insomma, che poi sarei io, visto che non solo ho avuto l'idea ma ci sto già lavorando per il mio prossimo romanzo - anche se finora ho partorito solo il titolo: le avventure di castrolessa & policorte.
    ma, come diceva sempre il buon adolfo bioy, l'importante è iniziare, chi ben inizia è a metà dell'opera... e io, modestamente, sono già iniziato.

    S. Gafuri

    RispondiElimina
  16. tengo a precisare che io in quel noto ristorante di trastevere non sono mai entrato in vita mia
    di sera non esco per principio, preferisco rimanere in casa a fare gli esercizi spirituali

    emanuele

    RispondiElimina
  17. il fatto che il mio autista si chiami cisternino non autorizza nessuno a dargli impunemente del critico letterario: ci sono insulti che possono ben valere una querela

    emanuele

    RispondiElimina
  18. non sono scettico

    emanuele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nonsonoemanuele14 dicembre 2012 00:36

      non sono emanuele

      Elimina
  19. ...non ho capito dove ritiro il premio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...in quel noto ristorante

      ciste r. nino

      Elimina
    2. c'è anche il tiramisù al pistacchio?

      Elimina
    3. nonsonoemanuele14 dicembre 2012 00:36

      all'emanuele, sì però

      Elimina
  20. Din, con la morte nel cuore, col pen siero rivolto al maestro Riccardo Schicchi e non solo, ti dico soltanto che non vedevo tanto culo dai tempi di Cicciolina...

    ilMatt., s.f.n.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. matt ti capisco.
      un tempo si diceva "quella c'ha più culo che anima".
      Io ti pongo: e se fossero la stessa cosa?

      Elimina
    2. ...che nel dubbio avresti un futuro come giovane "prospettico" titolista presso qualche bollettino della pedata, sai quelle cose tipo cuore-toro etc.

      ilMatt., io infatti opto per una netta distinzione ed aggiungo un cambio che poi è una raffinatezza: a dire che vorrei avere sempre più culo che stomaco, un culo titanico infinitamente più grande dello stomaco seppur colossale di un eroe...

      Mo eroicamente mi sparo. Un d'antan di Cicciolina col maestro all'obiettivo... ;)

      Elimina
    3. Sì sarebbe perfetto per me, infatti scrivo per un giornale ippico Il maneggio...
      FDCoda

      Elimina
    4. te piaceresse eh, eh ...

      ilMatt., a quando il prossimo sciopero dei froll(o)? :P

      Elimina
  21. :))

    Matt, è tutto fermo. Non si muove una foglia su internet... che sciopero si fa? Mi sa che siamo alle sigarette finali. E sinceramente non mi dispiace nemmeno tanto, ci si annoia parecchio no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Din, guarda che giocare A non si muove una foglia è pericolosissimo... sicché diventa preferibile una farsesca cinghiamattanza...

      ilMatt., ma che cazzo sto dicendo? 'sti filoni a Cuma mi nuocciono...

      Elimina
  22. esercizio spirituale in forma di quiz

    è possibile essere bannati da un blog di fighettini accademici per aver detto in un commento a un post che l'autrice scrive da vent'anni la stessa poesia?

    Inga Leera

    RispondiElimina
  23. dimenticavo

    w lo tasso!
    + lo tasso x tutti!

    Inga Leera

    RispondiElimina
  24. dinamo, ormai il tuo blog è una potenza in fatto di autorevolezza & opinion making, sei costantemente monitorato dai grandi
    è bastato che postassi qui il mio quizzettino spiritualizzante, e subito il mio commento è comparso come per incanto, un vero mira-culo
    penso che a breve ti vedremo nel chi si-ano
    auguri per il lieto è-vento

    Inga Leera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prendi per culo prendi... ti faccio un contro-quiz: meglio i p(o)eti maschi o quelli femmine?

      Elimina
  25. fino a qualche tempo fa ti avrei detto i p(o)eti quelli femmine, pensando soprattutto al modello inarrivabile rappresentato dall'opera di g. a. policorte
    poi, grazie a te, ho conosciuto mario lo tasso e da allora mi sono convertita, anima e corpo, ai p(o)eti quelli maschi
    non ti nascondo, però, che sono alla ricerca di una sintesi tra passato (policorte) e presente (lo tasso) e credo pure di averla individuata in branko fuffoni
    sì, il futuro della poesia italiana è lui, è il fuffy

    Inga Leera

    RispondiElimina
  26. Inga, capisco il tuo punto di vista, però non lo condivido. perché tu non menzini affatto il preferito di michele saviani: franco aladinio.

    RispondiElimina
  27. aladinio ha i suoi numeri, certo, ma per me rimane sostanzialmente un poeta stagionale, checché ne dica il saviani
    nel senso che io lo preferisco solo in estate, quando le lacrime che che veicol-ano i suoi versi evapor-ano al sole in breve lasso di tempo e io non rischio, come mi è già successo una volta leggendolo d'inverno, di beccarmi una polmonite

    Inga Leera

    RispondiElimina
  28. pardon, errata (s)corrige

    *checché ne dica il savi-ani*

    Inga Leera

    RispondiElimina
  29. il fine giustifica i rozzi16 dicembre 2012 00:18

    Se Aladino è un poeta stagionale, Dinamo è un novelliere climatico (no da climax).


    F. G. Rozzi

    RispondiElimina
  30. più che climatico direi cli-natico

    Ana S. Sagora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il fine giustifica i pozzi16 dicembre 2012 11:35

      Ana S. Sagora

      Tu scrivi: più che climatico direi cli-natico.

      Io rispondo: a chi ti riferisci? a Dinamo? e se sì, a Dinamo Seligneri? e che cosa vuol dire cli-natico? è un hapax? un neologismo? una neoformazione? ma va a quel paese...

      Elimina
    2. la fine giustifica i pazzi16 dicembre 2012 18:47

      Chiederemo al nostro mozzo di fiducia, che ti preannuncio non è un Comune, né un termine del gergo marinaresco o il centro della ruota, tantomeno un simbolo araldico.

      la fine giustifica i pazzi

      Elimina
    3. Scusate se mi intrometto. Se non è questa, quella e l'altra cosa ancora (non il vocabolo in voga tra i marinai), cosa pazzo è?

      un passante seriale

      Elimina
  31. Ma dov'ero uscito?

    [finito su Bibero]

    RispondiElimina
  32. Nosotros llamamos cli-natica una escritura que te hace apretar los glúteos porque en cada línea usted puede esperar una sorpresa fuerte y dura.
    Este término fue utilizado por Bol-ano para indicar los versos de Ana S. Sagora, una poetisa muy hermosa y famosa y siempre abierta a los experimentos más audaces en forma escrita y oral.

    Lalo Cura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lalo
      Grazie d'aver chiarito per tutti.

      Elimina
    2. Saluti dalla Cordigliera da un poeta francese16 dicembre 2012 15:51

      Après pâques est fête encore

      Lanfranco Andinio

      Elimina
  33. ho appena letto che branko sarebbe un essere superiore
    sto ancora vomitando, ma la nausea non mi impedisce di riflettere sulle vere ragioni per cui questo è il paese del nano trinariciuto datore di lavoro di stallieri e del grigiocrate curatore fallimentare sul libro paga della piovra trilateral

    Inga Leera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scopiamo?

      un passante seriale

      Elimina
    2. Copiatevi. E moltiplicatevi. Fate gooooooooooool.

      Asociación Ecuimenica de Fútbol

      Elimina
    3. Imperdibile: tutti i lunedì a Milano

      Non potete perder l'evento mas hot delle fredde ma caldi notti milanesi: La gang bang della Casalinga Marta al Club Privé "Il ponte anulare" in zona Stazione Garibaldi – piazza Sigmund Freud.
      Tutti i lunedi' dalle 22.00 in poi: prenotatevi al numero

      02.29060968

      Clicca su Immagini (in basso a sinistra) per vedere la casalinga Marta...

      Elimina
  34. @ un passante seriale

    quando vuoi, ho la cucina che è inguardabile
    vieni, vieni che ti aspetto, ho una ramazza tanta tutta per te

    (astenersi passanti non seriali & aladinio & branko & anche lalo cura, che quello mi fa paura solo dal nome)

    Inga Leera

    RispondiElimina
  35. Fate gooooooooooool.

    Io il mio l'ho fatto.

    Gabbiadino Gabbiadini (dagli spoglia tuoi)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qua non si fanno gol ma esercizi spirituali.

      Mannaggia a te.

      Cazzo

      Elimina
    2. Anch'io.

      Gamberino Gamberini (dal crampo)

      Elimina
    3. Io sono dal Barbieri o forse dal Sarti, adesso non ricordo. A più tardi.

      Cavano Cavani

      Elimina
    4. Mi fate ridere tutti voi

      MirogliSlavi
      Klosed

      Elimina
    5. Mi sono svincolato appena in tempo, il Barbieri voleva trattenermi per leggermi un'ordinanza.

      Cavano Cavani

      Elimina
  36. Era meglio se restavi a leggere l'ordinanza dal barbieri...
    Che inciucciata, tutti in ritiro a Secondigli-ano.

    Mazzarro Mazzarri

    RispondiElimina
  37. ma da dove escono fuori, questi?
    cos'è, il bar spork?

    Inga Leera

    RispondiElimina
  38. Tanto-per, pur intuendone la risposta, faccio mia la domanda di Inga: ma-chi-cazzo-siete-voi.
    Premesso ciò.
    Alla fermata Toledo pochi minuti or sono, nel pre-raffreddamento di rito (operazione la cui sconcertante eppur pre(o)ziosa inconsistenza è tutt'ora ignota ai più, s-qualifichiamola a esserci zio spirituale, è tempo di penalizzazioni e pentimenti pure) mentre m'allungavo vs la banchina, sulla trequarti della scala (poco) mobile - secondo il campo visivo o il punto di svista di una giapponesina (niente male diretta spedita dall'Oriente all'Orientale) che ormai invagonati, invaghitasi ora m'ha confessato (con la lingua tutta sua ma non mi dilungo) il suo esercizio spirituale di giornata: immortalare coll'ipad il frangente, quel frangente, questo frangente che già eseguitosi mo segue e difatti -: ho incrociato lo Ill.mo Cav. Ano da GiarDin che m'ha detto di dirvi d'andarvene un po' (ma pure un tanto, oltre ogni tot siate capaci di immagianare), appena potrete, a ffa' 'nculo, magnandovi al contempo nu Limon(ov) fatto a fette alla francese, clair comme de l'eau de roche (direbbe la giapponesina), considerato il battage!, tutti quani, Monsieur Seligneri compreso, che un dossier Fuffagni s'abbatta su di voi, itali ani!

    (il)MattMattolini: Dela pappone rom'ano, magnaccia Adelphi in Mil'ano eccetera eccetera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci vuoi male forte Matt. E che t'abbiamo fatto?

      Elimina
    2. Boh!

      ilMatt.: zzzzzzzz

      Elimina
  39. "Mi fate ridere tutti voi"

    MirogliSlavi
    Klosed

    ---------------
    Non posso esimermi dal dirlo.
    Il krukko d'adozione sabato ha fatto sembrare facile un gesto di una difficoltà ignominiosa.
    Capisce che i due interisti lo potrebbero chiudere (stanno per) e quindi opta (anticipando, anzi annullando i tempi/il tempo [d'esecuzione]) per un tiro (un lampo) di prima ad incrociare - mira senza mirare, "sentendo la porta" avrebbe glossato in radio nelle sue in apparenza semplici cuciture tra un campo e l'altro un cronista che mi sembra giusto non menzionare - e che, a sfregio e in virtù della messa in atto (esperienza, percezione, preparazione, dinamica) preclude al portiere di caricare al massimo sulle gambe per partire col tuffo. Ammirevole, ça va sans dire, ma lo voglio dire lo stesso. Un golazo, un goal-lasso.

    ilMatt., la rete della diciassettesima o della pesantezza (mia dell'esercitazione mia o del goal'asso-vittoria)

    RispondiElimina
  40. @Matt,

    Comunque, gol-asso a parte, Miroslav prima del grande gesto aveva sbagliato uno stop che pure tua nonna la metteva dentro.
    Mi è piaciuto altresì che dopo aver segnato si è fatto sostituire. della serie: il mio l'ho fatto, mo levateve dar cazzo.

    Io ho un debole per le squadre di roma, e anche per il napoli. e per la samp.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecchecazzo, è un harem! :P

      (Cmq, son squadre dalle grandi tifoserie, ma debolezze e forti e piane le riservo soltanto per le riserve del centrattacco...)

      ilMatt.: salutami lu bizzantin, w la monogamia! cia' O_o

      Elimina
    2. Te lo saluto, mo sta a coverciano ché vuole diventare allenatore... la moglie, mi dice, si teine in forma correndo sul tapis roulant.

      Mah, un harem... pole darsi... il fatto è che io sono molto sensibile alle magliette delle squadre. Quella della lazio e della samp sono le mie preferite. poi napoli e roma (a maggior ragione quest'anno che c'è zeman - che colle magliette che c'entrerebbe non lo so:)).

      Mi sa che Joyce era per la monogamia, nonostante andasse costantemente a puttane.

      Elimina
    3. (Infatti) il tifoso/amante può concedersi tutte le scappatelle da feticista che vuole. Ma poi.

      lMtt., si fa dura

      Elimina
  41. Aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuutoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooomnffhh ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passa alla pratica del suicidioooooooooooooooo

      ilMaaaaaaaaaaaaaatt

      Elimina
  42. è vero che è natale, ma ci sono anch'io

    pasquato pasquati

    RispondiElimina
  43. chiamate la croce rossa ma non sparate sull'ambulanza

    kono kone

    RispondiElimina
  44. ma vai a cagare, strunz

    yoko ano

    RispondiElimina
  45. Bellezza d'oriente19 dicembre 2012 23:56

    non siamo mica quiiiii
    a pettinare i
    pettiniiiii

    RispondiElimina
  46. Dina che si fa autotroll... uahauahauaha

    ilMatt., ossequi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e tu mo te ne sei accorto? sei un tipo sveglio Matt:))

      Elimina
    2. driiiiiiiiiiing, 'na debolezza, Din, come le magliette... però mo ciài pure il mio placet... ;)

      ilMatt., non so se mi

      Elimina
    3. Ma quanti ne siete? Con tutt chist troll che ci facciamo? Che è, si prendono pagato? Un tando al chilo?
      Io so' citrull ma no troll

      Elimina
    4. Una sòla monti-tudine, babylo

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari del mese

L'Ulisse di Joyce e la nuova traduzione di Newton Compton

Diario nullo - tomo sfuso maggio