Giuseppe Montesano

Giuseppe Montesano ha scritto un libro sul Baudelaire "sociale" Il ribelle in guanti rosa: Charles Baudelaire, che secondo me meriterebbe più attenzione perché, se è vero quel che viene detto qui qui2 qui3 qui4, (io il libro ancora non lo prendo) quella di Montesano è una grossa scoperta letteraria: la poesia di Baudelaire è meno poesia pura di quanto si spaccia da secoli. Anzichennò.
Eppure nessuno ne parla, preferendo chi scopre l'acqua pei bucatini. Birichini! 
Stiamo messo mali.

Commenti

  1. Salvatore D'Angelo http://acapofitto.splinder.com17 novembre 2011 10:47

    Spero che tu il libro l'abbia preso e letto, perchè è un'ottimo esempio di romanzo/saggio, illuminante su molti aspetti del lavoro e della personalità del vecchio "baud". Montesano lo attualizza, da grande scrittore e da fine esteta qual è. Qui sotto, un mio omaggio d'antan al suo splendido libro :

    1.

    CHIEDILO ALLO SPECCHIO QUALE MASCHERA


    Acrostico per “il ribelle in guanti rosa”
    di Giuseppe Montesano



    Chiedilo allo specchio quale maschera
    ha indossato quest’oggi il nostro dio,
    a quale morte e pure a quale schiera
    rutilante ha già venduto il nostro io;

    lèvati in piedi su, mio ipocrita
    e critico lettore, e mio simile
    senza direzione nella tenebra!

    Brinda al virtuale, qui, al sapròfita
    assassino! Su, brinda all’ignobile
    uggia che ci tiene, che c’ottenebra!

    domestici dell’idiozia, ottusi
    ermafroditi di città defunte
    lèvano così’ in alto i loro musi,
    a celebrare glorie ormai consunte!

    Io senza bellezza non sopravvivo,
    rèndile il tuo cuore messo a nudo,
    estetico lettore, mio corrìvo!



    S. D. A., 11 – 12 . 9 . 2007


    2.

    CHIAMATELA VITA O DESIDERIO


    Acrostico (gemello) per “il ribelle in guanti rosa”
    di Giuseppe Montesano



    Chiamatela vita…o desiderio :
    ha incendiato l’anima e le notti
    ai visionari! Per quale criterio
    rimuovono il presente, non i motti

    logori dell’ impero, non le mura
    erette dai borghesi trionfanti?..
    solitari soldati dell’ impura

    Bellezza, già inarrivabile?.. pura
    anarchìa del sublime?...lestofanti
    ubriachi di visioni, d’avventura?..

    diranno che la comune libertà
    esige che non degeneri: così
    liquideranno ancora la realtà..
    attenti! Ora…non qui…pas loin d’ici!..

    il faut recommencer! ricominciare
    riafferrando la vita che ci spetta!
    e fino alla fine!...e per amare!


    S. D. A. , 18 . 9 . 2007


    Ottimo il tuo intervento su NI, a proposito di "indivia" o di invidia.

    RispondiElimina
  2. Benvenuto, Salvatore.
    Di Montesano ho letto i romanzi e alcuni articoli su internet; mi è piaciuto tutto, tranne quando fa il paraculo con Saviano (che se fossimo in una società più seria e meno cialtrona, a Montesano, dovrebbe fargli Saviano il lacchè).
    Del ribelle in guanti rosa ho visto quegli estratti su youtube che ho linkato. Penso che farò bene a rimediare quanto prima quel libro perché le intuizioni di Montesano, ben argomentate già in quella occasione pubblica, sembrano più che fondate.

    Belle le tue poesie, grazie d'averle postate.
    ciao

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari del mese

Victor Cavallo poeta