Postocipi mondiali

I mondiali sono sempre i mondiali

Che ieri la nazionale italiana avrebbe perduto; che nel primo turno del girone l'Uruguay avrebbe perduto; che il Costa Rica avrebbe sbancato la classifica... sono tutte cose che chiunque con un minimo di senno dello sport calcistico poteva pronosticarvi e che con una piccola quota di spregiudicatezza oggi può, come il sottoscritto, predirvi senza particolari patemi. 
Il guaio vero dell'imbarcata di ieri (ché di imbarcata, nonostante lo stirato 1 a 0, s'è trattato) è che tu puoi avere anche Pirlo (che a dire il vero vale a classe un Alberto Arbasino e forse di più), Balotelli, De Rossi, Totti, Maldini e Costacurta, se come avversari ti trovi Borges e Bolaños, bè, io penso che sei costretto giocoforza (nel senso che loro so' più forti) a capitolare.... - stesso identico discorso, si capisce, per lo squilibratissimo Uruguay di Cavani e Suarez. 
Ora, mercoledì prossimo saprò dirvi se l'Italia passerà la fase a gironi oppure no, ma è chiaro che il grande Costa Rica - che per quel rigore mostruoso negatole s'è comportato comunque con più eleganza e decenza degli italiani per quel gol subito - non andrà oltre gli ottavi, perché se è vero che Bolaños può giocare a buoni livelli per tutto il mondiale, che c'ha sulle gambe novanta minuti più supplementari, essendo un calciatore di grande resistenza narrativa e continuità, è vero pure che l'altra grande stella, Borges, predilige la partita secca, ovvero lo scampolo di gara fulminante, il respiro corto e fatato, il numero lezioso, il tocco impercettibile, il colpo di biliardo (e bastone), più bello che decisivo, l'azione fantastica e pindarica, il volo inaffidabile. Più quantitativo, ma non per questo meno matto (forse più) e ribelle, il tuttocampo Bolaños... Il rischio, insomma, che rimanga solo lui, agli ottavi, a tirare come si dice la carretta è abbastanza alto ma staremo a vedere. Io comunque tifo per loro dall'inizio di questi campionati mondiali che come è risaputo non mi appassionano molto, li trovo noiosetti, popolati da squadre scarse e schiavizzate dalle stupide regole impartite dagli uffici anagrafici... cose che nel 2014 fanno ridere da qualsivogliapunto di vista (ma forse il vero problema è che a ridere siamo in pochi). 
Anche per questo motivo, e per le poche emozioni che dà (ma qui sarebbe da dire il calcio in generale), me ne disinteresso ahimè da molto molto tempo...
  

Commenti

  1. Davvero un bel brano, Dinamo! Meriterebbe di stare insieme a racconti sul calcio come quelli di Soriano, ad esempio, ma tu hai colto proprio il lato, come dire, letterario di quella partita. E anch'io a sentire i nomi di Borges (ben pronunciato dal telecronista) e di Bolaños, ho fatto un impercettibile ma anche ribelle salto (quantico) sulla sedia dell'incredibilmente deserto bar dov'ero seduto...
    Buona domenica e buona estate,
    Gaetano

    RispondiElimina
  2. Ciao Gaetano.
    Soriano l'ho incrociato proprio qualche mese fa grazie a una dritta di Bolanos contenuta nel suo (da leggere e rileggere) Tra parentesi. Uno scrittore molto interessante. Ti ringrazio delle belle parole sul post, grazie.
    Il mondiale brasiliano in realtà me lo immaginavo più amadiano, invece ne stanno ovviamente dando l'immagine turistica che piace agli europei. Anche la guerriglia urbana, nelle mani di un narratore "contemporaneo", temo verrebbe più una versione sudamericana di Limonov o Gomorra che una Dona Flor o (spostandoci poco poco) una La zia Julia e lo scribacchino. De gustibus...

    Buona serata e buona estate anche a te, Gaetano.

    RispondiElimina
  3. Affittasi appartamento di 2 stanze a Parigi (34 m2), ideale per due persone o coppia, metro Chateau Landon (linea 7), 10eme arrondissement, soleggiato e luminoso, a 5 minuti a piedi dal Canal Saint Martin e molto ben collegato (vicino metro e RER Magenta, Gare du Nord, Gare de l'Est, Louis Blanc, Stalingrad, linee 2, 4, 5), dal 16 al 30 luglio e dal 13 al 20 agosto. Wi-fi et spese incluse.
    Contattatemi se interessati.
    à louer appartement de 2 pièce à Paris (34 m2) idéal pour deux personnes ou couple, métro Château Landon (ligne 7), 10ème arrondissement, ensoleillé et lumineux, à 5 minutes à pied du Canal Saint Martin et très bien servi (proche métro et RER Magenta, Gare du Nord, Gare de l'Est, Louis Blanc, Stalingrad, lignes 2, 4, 5) du 16 au 30 juillet et du 13 au 20 août. Proche commerces. Wi-fi et tous frais inclus.
    Contactez moi si vous êtes intéressés.

    RispondiElimina
  4. El fut-bol es el flautista de Hamelin de las grandes masas que les permite a los malos gobiernos hacer de sus gobernados lo que les da su regalada gana y nada mas, joder!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pd
      JLBorges: mediocampista organizador pálido! (He is not D10s but Neymar) (yo prefiero Manganelli y JRWilcock)
      Roberto Bolaño: volante mixto, surgente [o sur-gente o [e]s-urgente) y terminal también. Coooooooño...

      ¡pastaluevo!

      Elimina
    2. kanottakranyka2 luglio 2014 01:53

      @pasta

      B non è D ma nemmeno N; semmai è (stato) un Redondo, ma forse un Cuadrado...

      Elimina
    3. @kk

      Estoy de acuerdo

      ¡pastaluevo!

      Elimina
    4. kanottakranyka2 luglio 2014 02:00

      cmq il Belgio vi farà un mazzo taaaaaaaanto











      ma taaaaaaaaaaaaaaaaaaanto

      Elimina
    5. @kk
      Yo estaba de acuerdo... :P

      ¡pastaluevo!

      Elimina
    6. kanottakranyka2 luglio 2014 02:04

      RESPECT! :D

      Elimina
  5. Belgio è scuadra cuadrata, buona, gioco bene, ve lo dice pietr d belgio, forza belg?, manc mort, vaffancul belg, cuarantanni in miniera di belg teng li polmoni accis, col cazzo che tifa belgio però belg no male come divertimento partite ierser

    pietro dellu belg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Fu, in particolare, la degradante e umiliante legge varata il 19 ottobre 1945 ad aggravare le infamie dell'emigrazione voluta dai governi post-unitari e le condizioni dei nostri emigranti specie in Belgio. Si partiva per le miniere del Belgio per una iniqua e mortificante intesa del governo italiano con quello belga che si impegnava a dare all'Italia (alle sue acciaierie), 24 quintali di carbone fossile all'anno per ogni italiano che veniva letteralmente estradato nelle sue miniere, dove nessun belga voleva più scendere. Il nostro vergognoso governo canaglia con il successivo accordo del 23 giugno del 1946 lo ampliò e sottoscrisse l'impegno per favorire l'invio in Belgio di 50.000 poveri italiani. Il contingente necessario per questo scambio uomini-carbone, fu quasi interamente messo insieme con ben oltre 30 mila emigranti "meridionali", da cui il famoso motto dei nostri conterranei, che risuonò per anni in quelle lontane e fredde regioni europee:"PORCA ITALIA!"

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari del mese

L'Ulisse di Joyce e la nuova traduzione di Newton Compton

L'arte di trollare