Morta l'estate viva l'estate

Uno dei motivi per cui mi piace l'estate è anche questo, che solo d'estate o quasi si sente dire in giro a casa o pe' strada 'non tira una goccia d'aria'. 
Non voglio dire che è la frase più bella che si dice d'estate o sull'estate perché sarebbe presuntuoso. Infatti se ci fate caso quanto sono brutte le iperboli? Anche nel negativo, sono presuntuose. Io non le sopporto, non fanno altro che gonfiare l'ego della gente. Se sentite per esempio i ragazzi giocare a calcio o a basket, io un tempo facevo l'allenatore d(e)i palloni, quando uno fa un tiro sbilenco gli dicono "il tiro più brutto della storia del calcio" o del basket. Non vi sembra presuntuoso che proprio quello mò è il tiro più brutto della storia? Mò può esse' che non c'è stato mai un tiro più brutto di quello? Ma dai! E un tiro brutto come quello? Cioè, voglio dire, occhio ragazzi, ché c'è il vanto pure in negativo. Poi vabbè si sa che una cosa brutta è sempre brutta a modo suo, più delle cose belle che so' quasi sempre belle a modo loro (cioè che lo decidono loro… quelli che commanneno)... Infatti, una domanda buona potrebbe essere, ma voi preferite le cose belle o le cose brutte?

Il discorso sulle cose più brutte in assoluto e sulle odiose iperboli in negativo vale comunque per tutto, pure per le cravatte. Qua però una volta sbagliai pure io, lo debbo ammettere, era il 1994, vidi Berlusconi con quella cravatta a pallini che aveva vinto, mi ricordo che dissi che era la cravatta più brutta della storia delle cravatte. O di quelle che avevo visto io... che poi non valeva nemmeno tanto come giudizio, visto che io le cravatte le odio ché non le posso vedere manco appese al manichino, figuriamoci sopra uno dei peggiori reggenti di governo della storia repubblicana italiana...  


Commenti

  1. Quando ci si butta lei,
    Si fa d'un triste color rosa
    Il bel fogliame.

    Strugge forre, beve fiumi,
    Macina scogli, splende,
    E furia che s'ostina, è l'implacabile,
    Sparge spazio, acceca mete,
    E' l'estate e nei secoli
    Coi suoi occhi calcinanti
    Va della terra spogliando lo scheletro.

    RispondiElimina



  2. oni, secondo me, eh!

    RispondiElimina

Posta un commento