Giustizia per Gaspare e Antonio! e pure pe' Ernesto...



Antonio G. perse tutta la sua vita dietro al sogno di far intitolare al padre (Gaspare G.) una strada, Via Gaspare G., perdigiorno, che il padre leggendariamente era stato, perché secondo lui i perdigiorno sono dei benefattori dell'umanità come gli eroi, i poeti, i musici, i filantropi, i santi, i papi e via discorrendo; ma non ci riuscì... qualcuno sussurra che nommeno mai ci incominciò.
Nel 2014 ci sta provando il nipote, Ernesto G., figlio di Antonio G., spirito battagliero e cuore dolente dicono, che forte di poter offrire due perdigiorno al prezzo di uno, sogna di far gola ai novissimi e parsimoniosissimi comesiscrive dirigenti comunali e di portare a casa un nuovo indirizzo per la città nel breve giro di uno massimo due anni (è uno che ascolta il televisore e sa che di 'sti tempi le cose bisogna farle subito e veloci, cott'e mangiate). 
Al paese si sono aperte le scommesse, oggi le prime rastrellate, ci sta chi s'è giocato l'orologio della comunione che ce la farà, questo valente nipote, a fare l'impresa immortalante di famiglia, non foss'altro perché sta bene ammanicato con tutti... padre e nonno, dall'aldilà, pare non aspettino altro, anche al cimitero fiori freschi per buon augurio, ce li ha portati la zia tuttasorrisiecanzoni. 
Oggi come primo giorno di tentativi Ernesto s'è seduto con grande convinzione e concentrazione al tavolo e ha ordinato un gin lemon al bar davanti allo stadio. 
A detta di tutti, è partito bene.... 
  


Commenti